mercoledì 19 maggio 2010

RATZINGER, IL PASTORE TEDESCO.



L'ITALIA:ULTIMO RIFUGIO DEI CATTOLICI.

Come sarebbe bello nel 2010 doverci occupare di cose nuove,spaziare in orizzonti più ampi e respirare aria più pura...! Paradossalmente,di fronte al progresso del resto del mondo,noi italiani siamo costretti ad arrabattarci ancora,come gli ultimi disgraziati paria d'Europa,per cercare di uscire dalle sabbie mobili di una sciagura storica che ci ha segnato da secoli,la cui testa e i cui tentacoli si diramano crocifiggendo il nostro paese:la piovra cattolica.Ma ora volgiamo la nostra attenzione sul principale protagonista di questa parata di dinosauri anacronistici e ridicoli:Joseph Ratzinger.Ci vorrebbe il genio di Charlie Chaplin per interpretare in modo perfetto agli occhi della gente comune le patetiche gesta di questa orrenda parodia del genere umano,questo aborto invecchiato e mai cresciuto,mai vissuto,nato con la predestinazione di essere il massimo esempio nel mondo dell'idiozia e del cretinismo castrante di ogni capacità fisica e intellettiva tipico del cristianesimo.Infatti non ci potrebbe essere esempio più efficace e più estremo,di quello che offre ai nostri occhi questo personaggio,per far capire a tutti dove porta l'ideologia della morte,dell'assolutismo,dell'odio verso sè stessi e verso l'umanità.Come dissi,Charlie Chaplin saprebbe come interpretare questa maschera grottesca,così come fece con il "Grande dittatore"e lo raffigurerebbe per quello che realmente è:un vecchio infante prepotente e capriccioso che non vuole mollare il suo giocattolo(l'Italia),che fa i capricci quando i suoi tutori(i politici di destra e di sinistra)non fanno quello che lui vuole,che gode immensamente nel sentirsi adulato e nel vedere i rozzi e grigi provinciali rappresentanti del governo genuflettersi davanti a lui,offrendogli l'illusione di quel senso di onnipotenza che tutti gli infanti desiderano.Ma osserviamo bene questo essere,vorrei sapere se qualcuno di voi desidererebbe cambiare sè stesso per avere tutto l'oro del mondo e vestire i panni di questa nullità incoronata e drappeggiata,se qualcuno di voi vorrebbe avere una corona di gemme con sottostante un cervello completamente atrofizzato e mai utilizzato,se qualcuno di voi vorrebbe sedere su uno scranno ed avere impresso sul volto il ghigno più ributtante e orrendo del mondo,frutto di una contrazione dovuta ad una sofferenza lacerante,al coltello dell'odio e del risentimento verso la felicità umana che,prima di ogni altro,tortura proprio il suo padrone e si rigira nella sua stessa carne.Da quando il cristianesimo ed il monoteismo in generale si sono propagati distruggendo l'unica vera civiltà (quella pagana) abbiamo assistito ad un fenomeno mostruoso che si è instaurato nei secoli:il rovesciamento totale dei valori insiti nella natura e nell'uomo,la diffusione della cultura della morte e dell'autodistruzione al posto dell'esaltazione della vita compiuta,praticamente un intera società al rovescio,contro natura,contro ogni razionalità e intelligenza,il regno della follìa,una comunità in cui coloro che in tempi salutari sarebbero stati gettati dalla rupe Tarpea come rifiuti ed esseri inutili,si mettono le tiare e assumono autorità nei confronti dell'umanità sana:un paradosso orrendo ed impensabile prima che questo morbo si diffondesse.

Una domenica qualsiasi accendiamo la televisione e,come vuole la prassi della propaganda mediatica a cui siamo sottoposti,sentiamo una voce nelle nostre orecchie:"perchè dio guida e cura le sue pecore...",ma non una voce matura e adulta,bensì una voce tremolante e flebile da castrato,una voce indecisa,che denuncia immaturità,paura,contrazione,simile al belare,appunto,di una pecora;poi guardiamo magari distrattamente lo schermo e ci appare un individuo dallo sguardo di bue a cui hanno posto il giogo,un individuo che a tutto farebbe pensare meno che a un essere umano e,in effetti,ci troviamo di fronte a un fenomeno estremo di degenerazione e svuotamento totale di tutto ciò che può essere considerato umano:una maschera orrenda e completamente cava,un'assurdità,una parodìa.E un simile fenomeno è in grado di poter influire sull'andazzo del nostro paese,permettendosi di chiamare "pecore" gli italiani.Ora,per essere realisti,gli italiani sono sempre stati un popolo di schiavi,un gregge sottomesso e schernito da tutti i paesi progrediti ,un popolo provinciale,gretto,ottuso,trascinato sempre a forza attraverso il progresso dagli altri,come un peso morto,come un tardo di mente accompagnato per le strade del futuro di cui non conosce nè il significato nè il valore.In quale altro paese civile,in quale altro paese di uomini e donne LIBERI E DIGNITOSI potrebbe essere sopportata una situazione come quella italiana,in quale altro paese non ci sarebbe una rivolta furiosa e sacrosanta nella consapevolezza che un'organizzazione religiosa,il cui obiettivo è la distruzione della società civile e della democrazia,la negazione del progresso e dell'inclusione nel futuro dell'Europa,la persecuzione delle nuove generazioni nei loro diritti inalienabili,sta vivendo e campando sulle nostre spalle con i soldi dello Stato laico derivati dai nostri sacrifici,che abbiamo pagato il viaggio in Portogallo del sovrano di questi ratti portatori di morte e di barbarie con le nostre tasse,che paghiamo il canone di una televisione spazzatura come la RAI unicamente per farci fare il lavaggio del cervello da questi parassiti onnipresenti che ci umiliano,ci sputano addosso,chiamano "chiacchiericcio"gli abusi subiti dai vostri figli per mano loro,vivono sulle spalle dei cittadini onesti e laboriosi che,grazie a loro,vivono in un paese che per dar da mangiare a sbafo ai criminali della setta vaticana,preferisce sacrificare loro,i cittadini utili,coloro che valgono,che costruiscono,che fanno la differenza per il futuro,preferisce,questa Italia-perfida-matrigna,calpestare la LORO vita,il LORO futuro,la Costituzione stessa,la civiltà...pur di perpetuare la sopravvivenza di questi bestemmiatori dell'umanità,di questi ASSASSINI.Gli italiani scendono in piazza per il crocifisso e lasciano crocifiggere i loro figli;gli italiani mandano gli sms di solidarietà a un vecchio pendaglio da forca fondamentalista e frustrato perchè ora,con l'acqua alla gola,si trova costretto a fare ammenda delle proprie malefatte,pena la fine della sua setta.Ma che sarebbe stato di questo che si potrebbe definire "il mentecatto più famoso del mondo"se non fosse stato eletto papa,evitando così,come capo di stato estero,il processo per le accuse terribili di insabbiamento della quotidiana pratica della violenza sessuale sui bambini all'interno della sua organizzazione?!Certamente quel ghigno ributtante da vecchia pantegana vissuta nelle fogne della sottocultura dei dogmi,si sarebbe potuto intravvedere dietro la grata di sbarre di una galera!! Ma fin dove può arrivare la sottomissione,l'umiliazione degli italiani?Non preoccupiamoci,essa è infinita,può sopportare tutto fino a settanta volte sette,come è stato insegnato da piccole alle brave pecorelle:una cifra rassicurante per i ratti vaticani! Potremmo pensare per consolarci:cosa potrebbe cambiare i carcere per Ratzinger?Quale gattabuia potrebbe essere peggiore di quella in cui già vive:il carcere della sua paura,della sua frustrazione,della sua banalità...il nulla che ha preso una forma,il nulla che odia i doni della vita e del mondo perchè lui non ha potuto averne,il vuoto,il nato-morto che è costretto ad immaginarsi l'esistenza di un dio che possa dargli un valore almeno dopo il trapasso...! Che compassione susciterebbero questi abbietti ripugnanti se non fosse che nei secoli sono stati usati come oppio dei popoli dai poteri dominanti...! Sono 2000 anni che gli italiani strisciano,ubbidiscono,rinunciano...ma io sono sicura che l'italiano con una dignità esiste,che l'italiano che s'incazza come una furia nel sentirsi chiamare "pecora" ESISTE ED E' TRA NOI!!!Vorrei incontrarlo,prenderlo per mano e poi cercarne ancora fino a formare una grande catena di cuori arrabbiati capaci di scavalcare gli spauracchi e di camminare verso l'Europa!Se il tuo sangue è tiepido,se non ti brucia nelle vene all'idea che uno solo dei tuoi concittadini possa essere offeso e privato di sacrosanti diritti da questo regime,ignora questo articolo;se senti sulla tua propria pelle le ferite inferte ai tuoi simili in questo paese barbaro e dittatoriale,allora cammineremo insieme e ti considererò come un fratello!

Alessia Birri; e-mail: aleph1968@hotmail.it

Blog di Rainbowman56:

http://rainbowman56.wordpress.com/author/rainbowman56/

Nessun commento:

Posta un commento